INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Trevi
Localita' o frazione: Viale Augusto Ciuffelli
Nome bene: Convento di San Martino

Cenni storici

Convento di San Martino - Trevi (PG)

Sorge, in posizione felicemente panoramica su una collina in fondo al Viale Ciuffelli, magnifico viale alberato che a Trevi è La Passeggiata per antonomasia. Fu edificata nel XV secolo in prossimità del luogo ove antichissimamente era la chiesa detta di S. Martino della Pieve. Sopra il portale, in una lunetta è raffigurata una Madonna con Bambino tra due angeli adoranti, opera firmata da Tiberio di Assisi. All'interno sono conservati altri due affreschi: S. Martino che divide il mantello con un povero e Madonna con Bambino e Santi, atribuite al Mezastris (1488) e quattro tele a olio, tra cui S.Elisabetta, firmata (Frater Lucas... 1688). Nel coro: Immacolata Concezione, di Ascensidonio Spacca (1592) e altre quattro tele con Santi, firmate ( Lorenzo Guerrini, 1783). Sulla parete destra si aprono due cappelle: una dedicata al Sant' Antonino Fantosati, vescovo missionario francescano assassinato in Cina nel 1900; l'altra intitolata al Crocifisso, già della famiglia Origo, con bella scultura lignea del tardo '500. Fino al secolo scorso ornava l'altare maggiore la magnifica pala dello Spagna, l'Incoronazione della Vergine (1522), che ora si può ammirare, restaurata, nella Raccolta d'Arte di S. Francesco. L'annesso convento fu costruito dai frati francescani "Osservanti" ai quali era stato ceduto il luogo nel 1479. All'ingresso: piccolo busto marmoreo di S. Francesco dell'Aureli (primo '900). Il chiostro è ornato con pitture dello Spacca (fine '500 - inizi '600): Le stimmate di S. Francesco e tondi con santi francescani. Sulla parete di fondo del refettorio grande affresco raffigurante l'Ultima cena, dello stesso autore, datato 1601. Nel muretto del chiostro grande è stato riutilizzato un frammento di antica epigrafe del 9° secolo, inedita. Sulla parete nord del chiostrro rimane lo gnomone di una meridiana putroppo scialbata. A seguito dei restauri dopo il terremoto del 1997 le tracce ben visibili della meridiana sono state sconsideratamente distrutte.(2014) Sul piazzale esterno si affaccia la Cappella di S. Girolamo la cui parete sinistra è ricoperta da un magnifico affresco con l'Assunta tra angeli e Santi e sullo sfondo una veduta della valle con al centro Foligno. È considerato il capolavoro di Giovanni Spagna (1512). Un altro affresco di Tiberio d'Assisi raffigura S. Emiliano e una monaca orante. Dalla antica chiesa di S. Martino della Pieve provengono due capitelli e il fonte battesimale ora nella chiesa di S. Emiliano. Tra le opere moderne, assolutamente originale è la Via Crucis in rame sbalzato di Adelmo Testa. A seguito dei restauri dopo il terremoto del 1997 le "stazioni" sono state trasferite nellza chiesa di S. Andrea.

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Simple Map

Condividi su Facebook