INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Terni (TR)
Comune: Terni
Localita' o frazione: Cesi
Nome bene: Eremo di Sant'Erasmo

Cenni storici

Eremo di Sant'Erasmo - Terni (TR)

Area montana (790 m.) di grande rilievo paesaggistico e storico-archeologico. Vi sorgeva l'arce fortificata degli antichi Umbri, Clusiolum. Resti di mura ciclopiche, podio di un tempio italico e chiesa romanica di Sant'Erasmo. Nella catena dei monti Martani. Oggi sorge soltanto una piccola ed elegante chiesa romanica dell'XII secolo per molto tempo sede di un convento benedettino e dedicata a Sant'Erasmo.

Lo si può raggiungere in macchina, oppure a piedi con una passeggiata non troppo breve, questo piccolo eremo sospeso tra cielo e terra, su uno sperone di roccia calcarea che fu forticato da popolazioni di origine umbro-sabina ben prima della costruzione della piccola chiesa. Secondo studi archologici questo sperone roccioso ospitava, cinque secoli prima di Cristo, una cittadina chiamata Clusiolum. La parte più sporgente dello sperone roccioso guarda la conca ternana, uno spettacolo davvero affascinante alle ultimi luci della giornata, e, un tempo, ospitava un grande tempio, fulcro dell'insediamento al quale si accedeva tramite due porte, una delle quali la si può ammirare se si arriva all'eremo dalla strda di Cesi. La chiesa di chiara impronta romanica fu eretta da monaci benedettini, forse nel tentativo di portare il cristianesimo in un luogo così votato al culto pagano. Il papa Niccolò V concesse ad Angelo Geraldini di Amelia il diritto sul monastero di Sant’Erasmo di Cesi. Questo luogo ancora adesso lascia trapelare la forte misticità che per secoli lo ha permeato, una misticità che non muore quando un culto deve lasciare il posto ad un altro, una misticità che non dà nome a ciò in cui crede.
Ma a Sant'Erasmo non è necessariamente soltanto un luogo di tranquilla contemplazione: poco distante dalla piccola chiesa vi è un magnifico camino in pietra, tipico dell'Umbria, in cui si può liberamente cucinare in compagnia. Il luogo è anche attrezzato con uno spazioso tavolo da picnic proprio all'ombra di un fresco albero quindi consiglio a tutti di munirsi di griglia e portare a Sant'Erasmo qualche buona salsiccia umbra e perchè no qualche costoletta di maiale (in Umbri il maiale è davvero buono) da far cuocere sopra la legna che arde. Magari scegliete un giorno diverso da ferragosto per guastarvi della buona carne alla griglia in questo posto davvero magico.

Daria Manganaro

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook