INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Bastia Umbra
Localita' o frazione: Ospedalicchio
Nome bene: Castello di Ospedalicchio

Cenni storici

Castello di Ospedalicchio - Bastia Umbra (PG)

Castello cinque miglia distante da Perugia, di forma quadrata, posto a mezzogiorno sulla strada che conduce a Foligno, e confinante col territorio di Assisi. Già nel 1300 il castello veniva usato come “Casa di Ospitalità” per i passanti che non potevano valicare il fiume durante le piene. Da quel tempo sono passati oltre 600 anni, ed oggi come allora l’Hotel Lo Spedalicchio offre ospitalità tra le sue storiche mura in una struttura d’epoca e ben ristrutturata che coniuga tradizione e comfort. Dal 1982 questa residenza nobiliare è sotto la gestione amorevole e professionale della Sig.ra Giancarla Costarelli. Il Ricevimento e il booking sono affidati alla Sig.ra Annamaria Sanchini responsabile dell’accoglienza dei visitatori di tutto il mondo che scelgono l’Umbria come meta dei loro viaggi di lavoro e di piacere.

La Chiesa di San Cristoforo e il Castello di Ospedalicchio

Ad Ospedalicchio, piccolo comune nei pressi di Bastia Umbra, nel 1488 fu eretto un oratorio che venne amministrativamente unito, per qualche tempo, alla Parrocchia di Collestrada. Il luogo di culto ottenne lo status di parrocchia tramite un decreto vescovile emanato il 26 maggio 1623 da Marcello Crescenzi, Attualmente il parroco è don Claudio Schioppa. Il 25 agosto 1568, quindi quando l’edificio ancora era oratorio, il vicario vescovile Donato Turri ispezionò la chiesa di San Cristoforo, vergando gli atti di una visita pastorale per conto del presule Filippo Geri. Dalla descrizione dell’edificio risulta che dietro l’altare maggiore la parete era decorata con figure di santi, mentre un secondo altare non era in condizioni ritenute accettabili, in quanto fu imposto di rimuoverlo per restaurarlo. Di tali elementi sono scomparse le tracce, ma è rinomato il tesoro che possiede oggi la chiesa di San Cristoforo: la Madonna con Bambino in trono, san Silvestro e san Carlo Borromeo, una tela di Francesco Appiani. Appiani, considerato la maggiore personalità pittorica perugina del Settecento (città dove si trasferì nel 1743), dipinse dopo il 1760 la tela per l’ospedale della Misericordia di Perugia, insieme ad altre due opere: un’Assunzione e un’Incoronazione della Vergine. L’opera è pervenuta nella chiesa di San Cristoforo in seguito allo spostamento di una parte del patrimonio dell’ospedale perugino della Misericordia, avente sede nell’omonima chiesa: stessa sorte, per la fortuna del santuario, seguì la pala di Giulio Cesare Angeli raffigurante un Angelo custode presenta un’anima a san Michele Arcangelo. Anche un antico simbolo di Ospedalicchio, il Castello, ha subito nei secoli radicali trasformazioni: eretto nel Seicento dalla casata degli Eugeni, che sfruttarono la medievale torre di avvistamento includendola nel complesso, è divenuto nei primi anni ottanta un relais di atmosfera, che offre servizi di ristorazione alberghiera.

Roberta Bistocchi

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2019


DOVE SI TROVA


Simple Map

Condividi su Facebook