INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Spoleto
Localita' o frazione: Messenano
Nome bene: Castello di Messenano

Cenni storici

Castello di Messenano - Spoleto (PG)

Nato intorno al 1000 come accastellamento di Spoleto, Messenano è oggi un delizioso borgo rurale immerso nella quiete e nel verde delle colline umbre. Circa 40 abitanti, una chiesetta romanica con campanile a vela, un antico torrione a ricordo delle mura di fortificazione che lo circondavano, e piccole case in pietra dagli scorci deliziosi. Già parte delle Terre Arnolfe e signoria dei marchesi di Cesi, da secoli è legato al Comune di Spoleto. A metà del 1800 risiedevano nell’appodiato di Messenano 94 persone in 17 case, oggi conta circa 40 abitanti. Del castello, costruito nel XIII secolo resta attualmente un’alta e possente torre ovvero la “piccionaia” così chiamate le torri dei palazzi in Umbria. Nei pressi della “piccionaia” vi è la chiesa di Sant’Apollinare del XII secolo. Nel sagrato della chiesa vi sono i resti di alcune colonne romane, nonché di numerose grosse pietre di epoca romana che fanno supporre che tale località si sia sviluppata nel medioevo sui resti di una costruzione romana, anzi pagana, dedicata al Dio Marte.
Delle antiche mura di protezione rimane solo un torrione, utilizzato fino al 1800 anche come ossario; le antiche porte di accesso al castello ed i vari passaggi sono ancora oggi percorribili.

Tratto da locandina in loco

Nelle vicinanze, il lago di Firenzuola è un bacino artificiale che prende il nome appunto dalla frazione del Comune di Acquasparta, in provincia di Terni. È comunque conosciuto anche come lago d'Arezzo e in questo caso Arezzo è la piccola località del Comune di Spoleto (e quindi in provincia di Perugia) che si trova sempre nei pressi del lago, situato sui Monti Martani a 350 metri di altitudine slm, lungo la strada che collega Acquasparta con Spoleto e diviso fra le due province dell'Umbria. Il bacino artificiale è stato formato intorno agli anni '60 dallo sbarramento del torrente Marroggia. Si tratta di uno specchio d'acqua incastonato tra dolci colline e non facilmente raggiungibile, dal momento che le due uniche vie di accesso si presentano piuttosto accidentate, l'una dal cimitero di Firenzuola e l'altra dal paese di Messenano. Per questa ragione non è molto frequentato, se non da qualche pescatore che vi si reca per catturare pesci quali la carpa e il persico reale. Tra la fauna ittica si trovano inoltre l'alborella, il cavedano, il black bass, il persico trota, il luccio e la trota.

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook