INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Campello sul Clitunno
Localita' o frazione: Agliano
Nome bene: Castello di Agliano

Cenni storici

Castello di Agliano - Campello sul Clitunno (PG)

Piccolo castello della montagna di Campello, sorto probabilmente sulla fine del sec. XIV. Si trova elencato tra i luoghi appartenenti al distretto di Spoleto nel.1490, con il nome di Alliano,. che conserverà fino al secolo scorso. Da allora fu sempre alle di­pendenze di questa città, cui tuttavia si ribellò nel 1522 con gli altri castelli della montagna, venendo però subito ricondotto all'obbedienza. Pochi anni dopo si dette gli statuti comunitari (sec. XVI). L'originale è all'Archivio di Stato di Spoleto. Sul finire del sec. XVIII Alliano passò con il comune di Postignano e dopo il 1860 fu aggregato al Comune di Campello sul Clitunno. E' un piccolo centro abitato posto a oltre 1000 metri di altitudine a breve distanza dalla Via della Spina, in posizione di grande bellezza paesaggisti­ca. Densamente popolato fino agli anni '50 (conta­va 151 abitanti nel 1951) ha conosciuto un lento ed inesorabile abbandono. Attualmente i pochi abitanti rimasti, che praticano l'allevamento del bestiame nei numerosi pascoli montani, al sopraggiungere della cattiva stagione si trasferiscono con i loro animali verso zone della pianura spoletina. Solo nel corso della stagione estiva ai pochi stanziali si aggiunge un numero sempre maggiore di villeggianti che hanno ristrut­turato molte case altrimenti destinate all'abbando­no. L'abitato sorge ai piedi della chiesa di S. Pietro, edificio di origine medievale, riportato nell'elenco trecentesco redatto dal Pelosius sotto la Pieve di S. Maria di Sellano. La chiesa conserva tracce di murature in conci regolari sul fianco destro e una serie di dipinti all'interno, poco leggibili, a causa dell'anne­rimento e delle pitture sovrapposte. Numerose tracce di af­freschi sono visibili sotto il brutto intonaco deco­rato a stampino che riveste le pareti. La copertura a volte e ad archi diaframmatici del­l'unica navata, è frutto di un intervento posteriore, forse quello al quale fa riferimento l'iscrizione sul portale, datata 1652, mentre un’altra data, 1610, compare sull’architrave. Le abitazioni conservano caratteri medievali e anche dei secoli successivi (qualche portale cinquecentesco e molte finestre in pietra); restano anche alcune torri colombaie, oltre al forno pubblico e alla porta di ingresso.

----------------------------------------------

Agliano è una frazione del comune di Campello sul Clitunno (PG). Si tratta di un piccolo borgo fortificato dislocato sulla montagna di Campello, a 1.030 m s.l.m., popolato da appena 8 abitanti (dati Istat, 2001). È una delle varie frazioni sparse che costituiscono il comune di Campello. Esso si trova sul tracciato dell'antica Via della Spina, a circa 18 km da Spoleto. Il castello fu costruito verso la fine del XIV secolo e nel 1490 Alliano (questo nome era ufficiale sino alla fine del XIX secolo, deriva da Allianum o Aglanum) risultava appartenere al distretto spoletino. Si ribellò invano a Spoleto nel 1522, assieme ad altri castelli montani. Importanti sono gli Statuti Comunitari del XVI secolo, ora conservati nella sezione di Archivio di Stato di Spoleto. Il paese venne incorporato dapprima nel comune di Postignano (fine XVIII secolo) e poi finalmente aggregato a Campello nel 1860. Nel dicembre 1943, cinque contadini vennero fucilati dalle truppe tedesche durante una azione di contrasto alla lotta partigiana. Fino al 1950 contava più di 150 abitanti, ma poi si è spopolato progressivamente. Durante gli eventi sismici umbro-marchigiani del settembre 1997, Agliano è stato danneggiato. Durante l'estate il paese si ripopola leggermente, soprattutto di villeggianti che hanno restaurato parte delle abitazioni.

Monumenti e luoghi d'arte
Chiesa di S. Pietro (XIV secolo), anticamente dipendente dalla Pieve di S. Maria di Sellano; all'interno sono contenuti dipinti ed affreschi in cattivo stato di conservazione. La navata, unica, è ricoperta a volta (opera risalente al XVII secolo);
Il Castello, di cui restano le torri colombaie, il forno pubblico e la porta d'ingresso. Alcune abitazioni presentano chiaramente la loro origine medievale, così come sono presenti portali del XVI secolo e finestre in pietra.

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook