INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Assisi
Localita' o frazione: Petrignano
Nome bene: Castello di Petrignano

Cenni storici

Castello di Petrignano - Assisi (PG)

Le più antiche notizie che si abbiano della località di Petrignano risalgono all'incirca all'anno Mille. Il nome attuale del paese deriva da "Petronianum" (e cioè "possedimento di San Pietro"), il quale, sul modello dei toponimi latini di origine prediale, sta ad indicare l'insieme dei beni assegnati al monastero benedettino di San Pietro di Perugia. Il più antico documento che accenni a Petrignano è un atto del 1027, col quale Corrado II il Salico, per intercessione del Papa Giovanni XIX, prendeva sotto la propria protezione il monastero perugino e ne confermava i beni, tra cui veniva indicata anche la chiesa di San Pietro con le sue pertinenze. Nel 1232 era abitato da circa 200 persone. Nel XIII secolo vennero costruiti un ponte sul Chiascio e il castello, entrambi oggetto di aspre contese tra Perugia ed Assisi. Nel XVI secolo, dopo una delle tante distruzioni del ponte esisteva solo una barca per traghettare gli abitanti da una riva all'altra del fiume. Qui nacque il generale Luigi Masi, eroe risorgimentale, protagonista dell'assalto alla rocca di Narni nel 1860. Il ponte, ricostruito stabilmente nel 1875, fu distrutto dai tedeschi in ritirata il 17 giugno 1944 e poi ricostruito nella sua forma attuale nel 1945. A partire dal 1957, con la "Legge Speciale per Assisi" (che assicurava sgravi speciali alle imprese che si fossero trasferite in questa zona), qui si insediarono industrie di importanza nazionale come la Colussi e la Mignini, grazie alle quali Petrignano conobbe un forte sviluppo industriale e demografico.

Monumenti e luoghi d'interesse

Chiesa parrocchiale di San Pietro apostolo costruita nel 1791 e consacrata nel 1817. All'interno sono conservati: un affresco staccato raffigurante una Madonna col Bambino in una gloria di serafini tra i santi Sebastiano e Rocco (1502) di scuola del Perugino; una tela raffigurante una Madonna col Bambino e san Vitale eremita (1639).
Chiesa della Madonuccia, detta anche "Madonna di Farina" o "Madonna del Trivio" (XVII secolo).
ex-Chiesa di san Carlo, oggi sala polivalente.
Chiesa di Santa Maria Assunta (1868), cappella cimiteriale, all'interno della quale è conservata una tela con la Morte di santo Stefano (XVII secolo) di Cesare Sermei.
Piazza Luigi Masi su cui affaccia la casa natale dello stesso eroe risorgimentale.
Monumento a Luigi Masi (1890).
Ponte sul Chiascio (1945).
Monumento al Samaritano, collocato in Via Indipendenza.

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook