INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Spello
Localita' o frazione: Collepino
Nome bene: Castello di Collepino

Cenni storici

Castello di Collepino - Spello (PG)

Il piccolo paese si trova ad un'altezza di 600 m s.l.m., sul fianco meridionale del monte Subasio: da esso si diparte la strada panoramica che collega Spello ad Assisi passando per la sommità del monte ed un'altra strada che, seguendo il fianco della montagna sempre verso Assisi, passa per Armenzano. La valle solcata dal torrente Chiona si apre ai piedi del borgo, abitato da 49 persone (secondo i dati ufficiali del censimento Istat 2001). Il territorio di Collepino è totalmente inserito all'interno del parco regionale del monte Subasio. L'origine è probabilmente anteriore al XIII secolo: il paese nacque come colonia dei boscaioli e pastori della vicina abbazia benedettina di San Silvestro, diventandone successivamente il baluardo difensivo da scorribande e saccheggi. L'abbazia venne costruita, secondo la tradizione, nel 1025 da san Romualdo, il fondatore dei camaldolesi, a circa 2 km di distanza e a 715 m s.l.m., in direzione della cima del monte. La chiesa accrebbe in breve tempo la propria importanza: Alessandro III la pose sotto la protezione della Santa Sede nel 1178, assicurandone il cospicuo patrimonio di chiese ed edifici nel territorio spellano. Tuttavia, nel 1236, dopo un periodo di decadenza, l'abbazia venne soppressa ed i suoi beni spartiti tra alcuni monasteri di Spello e Spoleto. Nel XV secolo, l'abbazia passò alle dipendenze del parroco di Collepino (fino al 1875). Vari conflitti successivi crearono ulteriori problemi all'abbazia: quando, nel 1535, ospitò alcuni seguaci della famiglia perugina dei Baglioni (avversa al papato), venne fatta distruggere da Paolo III. Madre Maria Teresa dell'Eucaristia, fondatrice delle Piccole Sorelle di Maria, dopo aver scoperto nel 1969 la chiesetta cadente dell'antica abbazia, ha interamente realizzato nei pressi della stessa l'Eremo della Trasfigurazione, inaugurandolo il 6 agosto del 1972. In occasione di San Silvestro (31 dicembre), patrono del paese, viene distribuito pane benedetto anche agli animali, secondo la tradizione locale, per assicurarne la protezione dalle malattie.

Monumenti e luoghi d'arte
Castello di Collepino, in ottimo stato di conservazione; alcune abitazioni, tutte restaurate, servirono anche come residenze della guarnigione a protezione dell'abbazia;
Eremo della Trasfigurazione e resti dell'Abbazia di San Silvestro (1025), in stile romanico. Più piccola dell'originale abbazia, di essa rimangono una parte del presbiterio, la cripta ed una probabile torre campanaria; all'interno, viene anche conservato un sarcofago romano.
Fonte di S. Silvestro, tradizionalmente considerata efficace per le donne che devono allattare i propri figli;
Chiesa della Madonna della Spella, quasi sulla sommità del monte.

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2017


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook