INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Giano dell'Umbria
Localita' o frazione: Morcicchia
Nome bene: Castello di Morcicchia

Cenni storici

Castello di Morcicchia - Giano dell'Umbria (PG)

Come risulta da testimonianze del X secolo fu un antico feudo dei Litaldi o Ritaldi, antica famiglia spoletina. Nel XVII secolo si unì con Moriano dandosi lo statuto comunale. Nel 1816-18 fu annesso al comune di Giano. Dell'antico castello rimangono alcune torri superstiti, qualche abitazione e significativi resti della cinta muraria. All'interno del borgo si trova la piccola di chiesa di S. Silvestro che vanta origini del XIV secolo, anche se, la sua tipologia con il fianco che sfrutta le mura del castello, la fa supporre di origine più antica. Lo snello campanile a vela è forse testimonianza dell'antica costruzione.

Il castello di Morcicchia,  isolato rispetto agli altri borghi e raggiungibile grazie ad una strada sterrata,  fu chiamata fino al 1490 anche Moricicla o Moricicula. L’origine del nome non è chiara, il toponimo, secondo gli anziani s riferisce a “castello dalle mura circolari”, anche se la primitiva pianta dell’insediamento non ha l’andamento circolare. Antico feudo dei Litaldi o Ritaldi, famiglia spoletina, seguì come gli altri borghi le vicende storiche del territorio; venne in dominio, per effetto di una permuta, di Marrone di Gisliero, forse un signore longobardo o franco, che lo cedette nel 1078 alla Chiesa. Sulla fine del sec. XII, infatti, Cencio Camerario lo definisce “iuris beati Petri”, fu per un periodo parte della Normandia e del Comune di Spoleto, e poi si unì poi nel 1600 con Moriano dotandosi di uno statuto comunale, oggi conservato presso l’Archivio di Spoleto, passò infine nel 1800 al comune di Giano. Dell’antico castello, diviso in due contrade: San Silvestro e Castello, rimangono solo alcune torri superstiti, qualche abitazione e buona parte della cinta muraria. Avvolto quasi sempre dal silenzio e da un’atmosfera di altri tempi, offre al visitatore strutture costruite in pietra locale bianca e rosa,  minuscoli vicoli  e la chiesa di S. Silvestro, risalente al XIV sec., con campanile a vela, testimonianza della sua più antica origine. In epoca medioevale doveva essere funzionante il palazzo comunale, in parte visibile sul lato nord del castello.

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook