Archivio foto 2016

Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Localita' o frazione: Barattano
Nome bene: Castello di Barattano
Comune: Gualdo Cattaneo

Cenni storici

Castello di Barattano - Gualdo Cattaneo (PG)

Il Castello di Barattano situato a Gualdo Catteneo, tra Montefalco e Todi, in Umbria, è un autentico maniero del XIII° secolo, affascinante per la morfologia strutturale caratterizzata da un’ampia cinta muraria con porta d’ingresso medievale, vicoli caratteristici e alti torrioni alcuni dei quali presentano resti di interventi di copertura. E' il pezzo pregiato che si incontra lungo il percorso di questo straordinario museo all'aperto è Barattano, che, nel sistema dei castelli gualdesi, è l'archetipo più marcato. Il borgo venne costruito intorno al XIII secolo - ma il primo insediamento avvenne nel 68 a.C. ad opera di un nobile romano di nome Baratanus - e gli venne dato il nome di Villa S. Angelo in Piscina. Assunse più tardi quello attuale, si dice, “per la qualità delle genti fraudolose che vi abitavano”. Cinto da mura possenti(datano 1452) con cassero centrale e alte torri a difesa, alcune sopraelevate, rappresenta un valido esempio di architettura militare compatta votata a finalità puramente difensive, Uno degli abitanti di Barattano, tale Filippo, nel 1261 fu capitano del popolo a Todi, quando il podestà era Filippo degli Ugoni da Brescia. Dopo il 1350 il castello passò ai Trinci di Foligno, pur mantenendo dei legami anche con Perugia: si sa che nel 1540 un barattanese contribuì ivi alla costruzione della Rocca Paolina. Le mura attuali risalgono al 1452. Nel 1500 vi nacque il comandante militare Ruggero Veronici, la cui famiglia tenne il castello per diversi decenni. Nei secoli seguenti fu sotto la giurisdizione di Todi, almeno fino al 1802, quando fu unito a Gualdo Cattaneo. Dopo un breve periodo sotto San Terenziano (dal 1815), con l'Unità d'Italia (1861) tornò definitivamente sotto Gualdo. Ridotto in discrete condizioni, si presenta affascinante per la morfologia strutturale caratterizzata da un’ampia cinta muraria con porta d’ingresso medievale, vicoli caratteristici e alti torrioni, alcuni dei quali presentano resti di interventi di copertura. Nel suo interno si trova la chiesa di S. Bartolomeo (sec XIII) con affreschi del XVI e del XVII sec, e due angeli lignei cinquecenteschi.
Nel suo interno si trova la chiesa di S. Bartolomeo (sec XIII)con affreschi del XVI e del XVII sec, e due angeli lignei cinquecenteschi. I suoi ospiti vengono accolti in affascinanti e tipici appartamenti con travi in legno e muri in pietra. Buona parte del castello è ora occupata da un'azienda agrituristica. Nella bella piscina di recente inaugurazione, circondati da un verde pratino e con lo sfondo dello splendido Castello, gli ospiti potranno rinfrescarsi dopo una giornata alla scoperta delle meraviglie della campagna umbra.

Per uscire dalla Gallery, premere "Esc"