Archivio foto, aggiornamento ad agosto 2017

Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Localita' o frazione: Postignano
Nome bene: Castello di Postignano
Comune: Sellano

Cenni storici

Castello di Postignano – Sellano (PG)

Postignano è nel Comune di Sellano (Pg); è un castello di pendio del secolo XIII , ma con origine probabili nel IX , di impianto triangolare con vertice a monte costituito da una torre esagonale, domina la valle del Vigi lungo una importante strada che conduce a Spoleto e collegava Foligno, Norcia e Assisi..Il Castello, originariamente di proprietà della famiglia Trinci di Foligno, fu conteso a lungo tra Foligno e Spoleto, alla quale città nel 1429 fornì uomini e mezzi per la guerra contro i ghibellini. Situato lungo il fiume Argentina, affluente del Nera, sulla strada che collega Spoleto a Foligno, Norcia e Assisi, circondato da boschi e ampie aree coltivabili, il Castello era in posizione strategica, con un’economia fiorente, anche con artigianato del ferro e della canapa. Soprattutto tra il XIV e il XV secolo, il borgo ebbe una fiorente economia basata su agricoltura, attività forestali, artigianato del ferro e canapa. Lo statuto del 1586 prevedeva che il governo del castello e di quello vicino di Anagni fossero affidati a quattro massari, due per castello, eletti dall’assemblea e rinnovati ogni sei mesi. Nel 1611 vi abitavano 235 persone, diminuite a 139 nel 1713.Nel secolo XIX i castelli di Postignano e Anagni furono assegnati al Comune di Sellano, ma conservarono sindaci propri. Dall’inizio del 1900, il Castello di Postignano fu semiabbandonato a causa dell’emigrazione dei suoi abitanti, soprattutto verso gli USA, e le sue condizioni peggiorarono per mancanza di manutenzione. Nel 1963 si verificarono una serie di crolli che ne causarono l’abbandono definitivo. . Nel 1966, a seguito di un piccolo cedimento del terreno, le famiglie furono evacuate. L’abbandono provocò il deterioramento del borgo, aggravato dal sisma del 1997.

Architettura

Il borgo di Postignano (esempio meglio conservato tra i villaggi fortificati della Valnerina) ha forma di triangolo, con torre di avvistamento esagonale, in alto con vertice a monte, domina la valle del Vigi e la strada che conduce a Spoleto e mura che circondano le abitazioni costruite sul declivio di una collina.
La sua particolare struttura architettonica suggestionò l’architetto Norman Carver, che nel 1972 gli dedicò la copertina del suo libro “Italian hilltowns”.

Nota di Interesse

Nel 2002, il Castello di Postignano e i suoi dintorni sono stati inseriti tra i siti di interesse storico-artistico dal Ministero dei Beni Culturali. Nel 2007 la Mirto srl, che aveva acquistato il borgo prima del sisma, iniziò il restauro degli edifici e degli affreschi, con il contributo della Regione Umbria e il sostegno della Amministrazione di Sellano.

Per uscire dalla Gallery, premere "Esc"
Archivio foto 2015