INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Montefalco
Localita' o frazione: Camiano
Nome bene: Fonte del Poggiolo o di Camiano

Cenni storici

Fonte del Poggiolo o di Camiano – Montefalco (PG)

La fonte, forse databile al tardo XIV, secolo, è caratterizzata da un piccolo vano coperto da una volta a sesto leggermente acuto e si apre sulla pubblica via con un ampio e massiccio arcone ogivale. Posta in prossimità delle mura urbiche appena fuori dalla medievale Porta del Camiano prende il nome dal Poggiolo del Camiano un luogo sacro legato alle più antiche testimonianze locali. Secondo una tradizione agiografica di epoca longobarda qui si sarebbe trovato infatti l’appezzamento di terra che il santo presbitero Fortunato (ca. 390 d.C.), principale patrono della città, lavorava per procurare cibo a sé e ai poveri. Ancora qui, secoli più tardi, S. Francesco avrebbe fondato il convento di S. Maria della Selvetta sede dei Francescani dal 1240 al 1275, oggi S. Rocco per una tavola del santo dipinta nel 1516 dal Melanzio. Lo statuto del Comune di Montefalco del 1425 ricorda in più punti la tutela di questa fonte pubblica, l’obbligo di una sua regolare manutenzione e il rispetto di alcune essenziali norme igienico-sanitarie, come il divieto di conciarvi le pelli, di lavarvi le verdure e di tenervi a bagno i barili: testimonia ancor oggi questa cura la lapide in cotto, collocata sulla parete di fondo, con l’iscrizione “Pena uno scudo chi lava qui“. L’acqua fuoriusciva da due bocchette, una delle quali è ornata dallo stemma del Comune di Montefalco.
Sui lavatoi, di più recente costruzione e oggi inopinatamente trasformati in area pic-nic, è posta una targa, anch’essa con lo stemma del Comune di Montefalco, recante la data MCMXXXII.

Appena a monte si trova un’edicola in muratura con tetto a doppio spiovente, al suo interno è raffigurata una Madonna con Bambino fra i santi Giovanni Battista e Paolo, risalente al XV secolo.

A valle si trova un’altra edicola, ora isolata, ma un tempo protetta da un’antica chiesetta. L’affresco, molto deperito, risalente al XVII secolo raffigura Cristo crocifisso con la Madonna Addolorata e i santi Giovanni Evangelista e Francesco, Eterno benedicente.

Ancora più a valle, a Camiano Grande. all'ingresso del piccolo borgo, altra edicola della Madonna con Bambino, probabilmente anche questa del XVII secolo.

Fonti documentative

TURCHETTI M.A. Archeologia dell’acqua nel territorio dell’ATI 3

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook