INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Castel Riraldi
Localita' o frazione: La Pieve
Nome bene: Edicola Madonna del Soccorso

Cenni storici

Edicola Madonna del Soccorso - Castel Ritaldi (PG)

Nell’area si trova La Pieve di S. Gregorio in Nido, uno tra i più insigni monumenti di Castel Ritaldi per vetustà (sulla ghiera è inciso 1141) e per la notorietà del fregio che sormonta la porta. L’edificio dal bel portale romanico, istoriato con simboliche figure, fu il centro del Plebato di Castel Ritaldi da cui dipendevano 28 chiese del circondario. Vi era annesso un convento di benedettini ai quali si sostituirono dal 1321 gli agostiniani fino al 1598, quando furono estromessi; da allora subentrarono preti secolari, i quali tra il 1818 e il 1828 spostarono la sede parrocchiale a S. Marina, dentro il castello. Dal 2002, nel riordino della diocesi, è stata istituita la nuova parrocchia che comprende Castel Ritaldi, La Bruna, Colle del Marchese col nome storico ed enigmatico di “S. Gregorio in Nido”.

Edicola costruita in pietre conce bianche e rosa che, anche per la simile forma rettangolare, rinviano alla vicina Pieve di S. Gregorio. La copertura a trasanna, di recente rifacimento, sporge oltre i prospetti anteriore e posteriore cm. 70; la nicchia è protetta da un cancello in ferro battuto. Posta sulla scarpata di sinistra della Strada Comunale che dalla Pieve di S. Gregorio corre verso “Casa Marino”, in direzione Ruicciano-Montemartano, è però di fianco alla strada e, rivolta a ovest, in posizione che denota l’incrocio con un viottolo, recentemente soppresso, che da qui si dipartiva in direzione opposta, con un braccio per Castel Ritaldi e l’altro che sale ancora verso Torregrosso e che un tempo lo raggiungeva. La nicchia è protetta da un cancello in ferro battuto. L’affresco è replica della diffusa iconografia della Madonna del Soccorso, di cui un’immagine su tela attribuita al Lattanzio di Nicolò di Liberatore di Foligno, è in Santa Marina di Castel Ritaldi (sulla parete destra dell’abside). La Madonna del Soccorso è ampiamente riprodotta nell’area umbro-marchigiana: a cavallo tra XV e XVI secolo, la rappresentano il pittore Melanzio da Montefalco e Tiberio d’Assisi, sia con la Madonna che solleva il bastone, sia con il flagello (M. Sensi, 1994). L’affresco originario è stato ridipinto nel XVII secolo.

Alfiero D’Agata

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook