INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Castel Riraldi
Localita' o frazione: Castel San Giovanni
Nome bene: Edicola della Madonnuccia

Cenni storici

Edicola della Madonnuccia - Castel Riraldi (PG)

Il sito era notevole, a mt. 200 da Castel S. Giovanni, di fronte all’edicola, all’altro lato della strada, sorgeva una casa di cui ancora si scorge, a fior di terra, la fondazione. L’edicola era situata presso l’incrocio con la “strada delle Porcarie” che da Trevi conduceva agli insediamenti rurali della pianura “abbondanti di vino, grano e altre vettovaglie” (D. Natalucci, Historia universale…di Trevi,1745), definita “via qua itur versus molenina Trevii” (Statuto del comune di Castel S. Giovanni, libro II, rubrica CI, 18 settembre 1432). Edicola costruita in mattoni, solo in parte intonacata, rivolta a nord, con una profonda nicchia che ha preservato l’affresco dalle intemperie; è situata sul bordo del campo, all’incrocio della Strada Comunale di Castel S. Giovanni (via Fermi) con la S.P. 448 di S. Lorenzo. La sua datazione, XVI secolo ed il suo stato, buono, in seguito a diversi interventi di consolidamento. L’edicola conserva una forte attrazione, diverse persone la visitano con frequenza quasi quotidiana per pratiche devozionali. Affresco, XVI secolo, Madonna del Carmine che stringe materna il Bambino, incoronata da due angeli, mentre ai suoi piedi l’adorano altri due angeli, uno a destra e uno a sinistra. Nell’intradosso sinistro è dipinto S. Giovanni Evangelista con calice, mentre è scomparsa la figura nell’intradosso destro. Affresco, stato di conservazione cattivo, in progressivo deterioramento, col distacco di alcune parti e ampia lacuna al centro in basso; il santo evangelista, più esposto alla luce, risulta deteriorato nel colore. Nella chiesa di Sant’Angelo presso il cimitero (restauro 1963), alla Madonna del Carmelo era dedicato un altare: «[…] la seconda Cappella o Altare è dedicato alla Beata Vergine del Carmine. Esso altare fu fatto erigere a proprie spese l’anno 1665 dal m. rev. d. P. De Angelis di questa parrocchia […] in questo altare non vi si scorge altro che un semplice quadro grande appeso al muro, con larga cornice verniciata a più colori, e vi si scorge con andante pittura effigiata in alto la Beata Vergine del Carmelo, e da basso in varia posizione ed atteggiamento san Michele Arcangelo, san Antonio da Padova e santa Caterina vergine e martire» (F. Benedetti Valentini, 1873).

Alfiero D’Agata

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook