INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Umbria
Provincia: Perugia (PG)
Comune: Spello
Localita' o frazione: Via San Giovanni 21
Nome bene: Mulino Buccilli

Cenni storici

Mulino Buccilli - Spello (PG)

E situato in località Fosso dell'Anna (fianco est del Monte Subasio), tra S. Giovanni di Collepino (Spello) e Valtopina. Il vecchio mulino (già censito nel 1861) di proprietà della famiglia Buccilli è l'unico tuttora funzionante tra i tanti esistenti nel territorio dell'attuale parco del Monte Subasio. Il mulino macina grano mediante pale (ruota orizzontale) azionate dalla caduta dell'acqua dell'invaso soprastante, alimentato dalle acque del torrente che scorre lungo il pendio del monte. Proprietà di Salari Biagio, secondo il catasto gregoriano, passò alla famiglia Buccilli nel 1873 e da allora i proprietari si dedicano alla pulitura ed alla macinazione del grano mostrando, su richiesta, le varie fasi della molitura, appagando gusto ed olfatto con la cottura nel forno del pane preparato in casa secondo il metodo tradizionale e con la farina appena macinata. Un secondo mulino, detto nella attuale cartografia "molino di Pollo", documentato almeno dal 1700 sempre lungo il fosso dell'Anna, al confine tra Spello e Assisi, è ormai allo stato di rudere.

Abbandonando il Fosso dell’Anna, si prosegue per il canale artificiale che alimenta il laghetto del Mulino di Valentino (m. 444) di Spello, l’unico mulino ad acqua ancora funzionante in tutto il Parco del Subasio. E’ chiamato anche Mulino Buccilli, dal nome degli attuali proprietari, è collocato sulla strada che da Valtopina porta a San Giovanni di Collepino ed è in attività da metà ’800. L’acqua di alcuni torrenti arriva in un bacino di raccolta (bottaccio) e, raggiunge il livello giusto, dal mulino vengono aperti due fori; l’acqua cade con forza sopra le pale della ruota in pietra impiegata per macina i cereali e aziona anche gli ingranaggi di quella usata per setacciare. La quantità di farina che il Mulino Buccilli riesce a produrre dipende, quindi, da quanto tempo serve al bottaccio per riempirsi; in estate sono necessari vari giorni, mentre nelle stagioni più piovose si riesce, durante la giornata, a macinare anche tre volte. I proprietari, con la farina ottenuta, producono del pane casereccio che cuociono su un antico forno a legna e che vendono anche al dettaglio.

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook