Archivio foto 2015
Per uscire dalla Gallery, premere "Esc"

Scheda

Nazione: Italy
Regione: Marche
Provincia: Fermo (FM)
Localita' o frazione: Centro storico
Nome bene: Castello di Santa Vittoria in Matenano
Comune: Santa Vittoria in Matenano

Cenni storici

Castello di Santa Vittoria in Matenano (FM)

Santa Vittoria si trova sul Monte Matenano, ad una altitudine di 650 metri , Tra le valli dell'Aso, del Tenna e l'Ete Vivo, in una posizione centrale tra il mare Adriatico e il Sibillina Montagne Parco Nazionale. E 'stata fondata nell'anno 890 dall'abate Pietro I del monastero benedettino di Farfa, a sud di Roma, quando l'Abbazia ci fu assediata e poi catturato dai predoni saraceni. E 'diventato il centro del potere monastica e del territorio' Farfense 'nelle Marche. Nel 924 l'abate Ratfredo ordinato il corpo del 3° quattrocentesca Vergine romana e Martire Victoria per essere portato qui, e il villaggio è stato dato il suo nome. I suoi resti sono ancora conservati in un'urna di marmo nella cripta della grande chiesa Collegiata nella parte alta della città. Il travertino sarcofago è un elegante esempio di scultura del 14° secolo. I lati del coperchio raccontano la storia del martirio del Santo e la sua lotta con un drago nel castello di Trebula. Il potere della 'Farfensi' - i monaci di Farfa - ha portato a una crescita economica continua, soprattutto in agricoltura e artigianato, ma anche per lo sviluppo della cultura. Santa Vittoria divenne un centro letterario e artistico, come dimostrano i libri e codici della sua abbazia, una delle quali, conservati nella biblioteca di Ascoli Piceno , Contiene il più antico documento in volgare Marche (il codice monastico-Miscellanea, parte 1, il "10° secolo benedettina Rule"). La stessa biblioteca possiede anche il codice della 'Ritmo di Sant'Alessio', un altro prodotto dello scriptorium di Santa Vittoria; questo è un racconto poetico originario italiana nel 13° secolo, considerato uno dei primi esempi della lingua italiana. Lo status di 'Comune' (Comune) è stato concesso nel 13° secolo e in 1406 una statuto è stato redatto, il cui originale è conservato nell'archivio storico insieme a numerose 13° manoscritti cinquecenteschi e altri vecchi documenti ufficiali del periodo tra il 1481 e il 1791. Il centro storico ha sempre conservato il suo impianto medievale antica, con l'aggiunta di molte case del periodo del Risorgimento e altri interessanti monumenti. Il monastero e il castello furono demolite nel 1771, ma al vertice di legnoso Montare Matenane rimane una bella cappella più piccola, la Chiesa della Resurrezione o "Cappellone", con pregevoli affreschi del 15° secolo. I mattoni del vecchio monastero sono stati usati per costruire il vasto edificio neoclassico del 'Collegiata', una costruzione solida con tre navate a croce latina formato (1783-1793). Santa Vittoria ha acquisito il suffisso 'in Matenano' ('sulla Matenane') nel 19° secolo, quando l'unità diItalia reso necessario distinguere tra le città con lo stesso nome sparsi Italia. A differenza maggior parte delle città e dei villaggi della zona, che si raccolgono intorno a una piazza principale, Santa Vittoria ha un 'high street': Corso Matteotti, che corre da un capo all'altro della città bassa, con molti bei palazzi su entrambi i lati, in particolare Palazzo Monti, che una volta apparteneva a proprietari terrieri locali e non ha alcun stato convertito dal Comune in un centro congressi. Ad una estremità del lungo Corso è l'alta Torre di Palazzo, costruito nel 13° secolo dall'abate Oderisio, un notevole esempio di una torre porta fortificata, ma anche una torre dell'orologio perfettamente integrato nel contesto urbano. Il municipio è di per sé un monastero convertito, con un bel chiostro 14° secolo. Accanto si trova ilChiesa di Sant'Agostino (13° secolo), completamente ricostruita in stile neoclassico. Tra i numerosi eventi organizzati nella città ogni anno vale la pena ricordare La Sfilata delle Canestrelle, il Basket Processione, che si tiene nel mese di agosto, un affascinante rievocazione della vita rurale in costume dalla fine del XIX secolo. Santa Vittoria in Matenano è una miniera di tesori, raccontando della successione degli eventi dal 9° secolo in poi. Storia, arte e la forte tradizione vivente del folklore locale con una splendida posizione e buona sportive e ricreative, ne fanno un luogo ideale per escursioni e vacanze.