INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Marche
Provincia: Macerata (MC)
Comune: Castelsantangelo Sul Nera
Localita' o frazione: Nocelleto
Nome bene: Chiesa di Santa Maria Castellare

Cenni storici

Chiesa di Santa Maria Castellare - Castelsantangelo sul Nera (MC)

Tornati al Borgo di Castelsantangelo, prendendo la strada a destra, si arriva alla frazione di Nocelleto, formata da vecchie case che si allineano lungo la vallata. Nel 1255 il villaggio insieme al castellare fu venduto a Visso dal feudatario Farolfo. Per la stretta strada, che, a sinistra, sale sulla collina, si raggiunge un ampio piazzale dove si erge l'elegante facciata della chiesa parrocchiale di S. Maria in Castellare. Fu costruita dalla popolazione locale presso una cella di Benedettini risalente all'882, unitamente al citato castellare, la cui torre fu poi utilizzata per il campanile della chiesa, che, nel 1362, venne ingrandita in forma romanico-gotica. Ai primi del '400, accanto alla chiesa, venne costruito un convento, dove presero dimora i frati Minori Osservanti (francescani). Nel 1468 vi si installarono i Minori Conventuali, che abbandonarono il convento, per qualche anno, durante la soppressione napoleonica, e, definitivamente, nel 1860. Il 4 ottobre 1878 vi fu aperto un ospizio per anziani poveri dalla Congregazione di Carità con il lascito di Angela Paparelli ved. Bonanni. L'ospizio, negli anni 1980-'85, è stato completamente ristrutturato e trasformato in casa-albergo con saloni e trentacinque comode camere, dotate di servizi igienici, onde rendere il più agevole possibile il soggiorno agli ospiti anziani. La chiesa ha la facciata adorna di elegante portale a tutto sesto, in pietra lavorata, con pilastro e capitelli corinzi, sopra è una monofora con ai lati due colonnine poggianti su base dentellata con testa di bue e terminanti ad arco semiogivale trilobato. In alto è un cornicione ornato di foglie, con ai lati testine di bue, finemente lavorate. L'interno della chiesa è ad una navata, con tetto a capanna scandito da arconi. A sinistra è una cappella, dove s'innalza un altare ligneo con colonne corinzie, al centro in cornice un dipinto del '600 (olio su tela cm. 222x155). Vi è rappresentata la Pietà con il Cristo disteso sulle ginocchia della Madre, sorretto dalla Maddalena, ai lati sono S. Benedetto e S. Eutizio, con mitra ed ampi panneggi vescovili. Il quadro può ascriversi a quella scuola bolognese, dove domina un'atmosfera che indulge al sentimentalismo devozionale, in sintonia con gli ideali della Controriforma. Sotto l'altare vediamo, in un sarcofago con vetro, il corpo di un giovane paggio in livrea, di cui s'ignora il nome e la provenienza. Nell'altare, posto nella parete sinistra della navata, si nota un affresco (cm. 207x155), dove figura, in alto, il Cristo a metà busto, sotto, S. Rocco circondato da sei angeli, che riparano dalle saette il popolo in preghiera. L'affresco, fatto eseguire nel 1487 da Giovanni Nofri, è attribuito a Paolo Bontulli da Percanestro; in esso, malgrado la maldestra sintassi pittorica, si evidenzia il bel viso del santo. Segue altro altare con un modesto quadro del '700 con S. Giuseppe, Bambino ed Angeli. Nell'abside, in alto, notiamo un pregevole soffitto a cassettoni, sotto, un coro con stalli in legno di noce, finemente intagliati. Nelle pareti sono due tele raffiguranti due vescovi coperti da ampi panneggi, ad altri piccoli quadri con santi, di modesta fattura del '600 e '700. Nella parete destra si nota un altare ligneo del '600 con colonne rotonde e timpano spezzato con fregi dorati, al centro è un modesto quadro del '600 (olio su tela cm. 162x113), dove è rappresentato S. Francesco d'Assisi e due sante monache. Segue altro altare con una statua della Madonna (cm. 93), mutila dal ginocchio ai piedi, opera di intagliatori vissani del sec. XVI. Intorno al nicchione sono affreschi deteriorati e di poco pregio (del sec. XVII), con gli episodi della Via Crucis ed i resti di due santi. Il bel polittico e la tavola del Crocifisso di Paolo da Visso, che erano nella chiesa, sono al Museo di Castelsantangelo.

Tratto da "L'alto Nera - Visso, Ussita, Castelsantangelo sul Nera, Storia - Etnografia - Arte - Guida agli itinerari turistico culturali. Di Ado Venanzangeli 1988


LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2008 - Foto di proprietà della Diocesi di Camerino-San Severino marche


DOVE SI TROVA


Simple Map

Condividi su Facebook