INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Marche
Provincia: Ancona (AN)
Comune: Genga
Localita' o frazione: Centro storico
Nome bene: Chiesa di San Clemente

Cenni storici

Chiesa di San Clemente - Genga (AN)

La chiesa di San Clemente Papa è la più antica della parrocchia di Genga e quella che le dà il nome nonostante non sia più la chiesa parrocchiale. Fu costruita nell'XI secolo insieme al castello che ha dato origine al paese. Alla chiesa si accede dal prospetto laterale che ne costituisce l'affaccio verso la piazza antistante. L'edificio è molto semplice, esternamente è intonacato con uno zoccolo di intonaco grezzo ed ha solo due aperture, il portone di ingresso, ad arco e privo di decorazioni, e una finestra rettangolare alla sua destra. L'interno è altrettanto semplice, ad aula unica e pianta rettangolare è caratterizzato principalmente dalla zona del presbiterio che costituisce quasi un'altra stanza. L'arco trionfale, decorato da una cornice dipinta di grigio, buca la parete del presbiterio che sembra un prospetto interno, effetto accentuato dalla ripida scalinata composta da sei gradini che precede l'ingresso all'area presbiteriale. Quest'ultima è a pianta rettangolare e ospita l'altare in una nicchia decorata come l'arco trionfale al di sopra del quale c'è un Trittico di Antonio da Fabriano del 1474. Per il resto la chiesa è priva di decorazioni fatta eccezione per una nicchia, posta nella parete laterale opposta a quella di ingresso, adibita ad altare che ospita delle terracotte di Pietro Paolo Agabiti databili alla prima metà del Cinquecento. La struttura verticale dell'edificio, in continuità con l'impianto del castello, è in muratura mista di pietra e mattoni attualmente intonacata sia esternamente che internamente. La copertura è a capanna ed ha struttura di tipo tradizionale con capriate in legno, travi e travetti che sorreggono pianelle in cotto e un manto di copertura in coppi di laterizio. All'interno è lasciata a vista.

Non abbiamo notizie sulla data di edificazione della chiesa plebale di San Clemente; è certo che essa sorse insieme al castello di Genga e la prima data documentata che si riferisce all'edificio è il 1090 anno in cui l'abbate di San Vittore delle Chiuse concede in enfiteusi metà della rendita della chiesa ai figli di Alberico, conte della Genga. L'enfiteusi che legava metà della chiesa ai conti di Genga durò almeno fino agli inizi del 1300. Nel 1252 una bolla di Innocenzo IV colloca l'edificio (forse l'altra metà) fra le chiese dipendenti dal monastero di S. Croce a Sassoferrato. Nel 1563 la chiesa non era più retta dai monaci ma da un prete secolare, nominato però dall'abbate di S. Croce. Il monastero perdette di fatto il possesso nel 1647, ad istanza del parroco D. Giacomo, conte della Genga.Un'epigrafe apposta da una parete interna della chiesa testimonia che in questo periodo furono effettuati lavori di restauro dell'edificio, dei quali non si hanno però ulteriori notizie. La chiesa fu danneggiata durante il terremoto del 1997 e fu interessata da lavori di ristrutturazione alle strutture, fra i quali ci fu anche la risistemazione del tetto.


LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2018

Photo Gallery A.D. 2018 - Originale Trittico di Antonio di Agostino da Fabriano


DOVE SI TROVA


Condividi su Facebook