INFORMAZIONI


Scheda

Nazione: Italy
Regione: Marche
Provincia: Macerata (MC)
Comune: Pieve Torina
Localita' o frazione: Fiume
Nome bene: Mulino di Fiume

Cenni storici

Mulino di Fiume – Pieve Torina (MC)

Il mulino ad acqua di Fiume fa parte, come sede distaccata, di un percorso del Museo della Nostra Terra di Pieve Torina. Il Mulino si incontra percorrendo la strada che da Colfiorito conduce a Pievetorina, all’inizio dell’abitato di Fiume. L’edificio con il caratteristico con laghetto e cascatelle laterali è costruito su uno sperone di roccia a cavallo del torrente Sant’Angelo ed è attivo fin dall’alto medioevo. Il complesso conserva le strutture originarie: l’opificio, una prima cascata d’immissione del torrente e il laghetto. Attraverso due canale inclinate, scavate nel muro-diga, l’acqua cade sui tre retrecini (eliche di legno formate da fusello e pale incassate) posti sotto le volte. Due grandi per le macine ed uno minore per azionare lo staccio e una mola. Delle due macine in pietra una, senza staccio, frangeva il cereale destinato al bestiame (granturco, orzo, ghiande, avena, fava). Dall’altra, impiegata per grano tenero, un sistema di cinghie in cuoio portava il macinato allo staccio provvisto di quattro bocchette a seconda del tipo di farina: una per il fior di farina, una per la crusca, e le intermedie per graduare nel macinato la percentuale di fiore e di cruschello. Tale tipo di mulini che sfruttavano l’energia dell’acqua si sono sviluppati in tutto il centro Italia e sono quasi tutti pressoché simili nei loro meccanismi di funzionamento.

La sede distaccata del Museo, poco distante da Pieve Torina, è il mulino di Fiume; la struttura medievale perfettamente conservata è impreziosita dalle due macine in pietra che ancora funzionano grazie alla cascata del laghetto confinante, alimentato dal torrente S. Angelo. Risalente almeno all'alto medioevo, il complesso faceva era uno dei 5 mulini del comune di Pieve Torina, macinava più di 700 quintali di grano l'anno. Nel 1986 il Museo della nostra terra, grazie al comune, ha acquisito la proprietà del mulino, inutilizzato da trent'anni, e dopo un importante restauro conservativo lo ha reso della sede distaccata nel 1993, rimettendo in funzione i meccanismi originari.

LINK UTILI



GALLERY


Photo Gallery A.D. 2012

Photo Gallery A.D. 2012


DOVE SI TROVA


Simple Map

Condividi su Facebook